Scelte del mese

25 marzo 2013 | 10:19

Fox annuncia la morte del Grp

La base della popolazione italiana su cui investire pubblicità  è cambiata profondamente a causa della crisi che stiamo vivendo, ma il sistema televisivo finge di non accorgersene tirando avanti sempre con le stesse logiche commerciali. È questo il leitmotiv dell’intervento di Alessandro Militi, vice president marketing & sales di Fox International Channels Italy, alla presentazione dei palinsesti tenutasi a Milano il 19 marzo. “In questo momento assistiamo a una guerra dei prezzi tra Sipra e Mediaset, tra Piscopo e Sala: i supersconti però, se da un lato affascinano le aziende, dall’altro quando sono eccessivi fanno pensare che dietro ci sia la fregatura. Che infatti c’蔝, racconta Militi. “Non lo dico io ma l’Istat o meglio il recente ‘Indice sintetico di deprivazione’ che mi sono letto fino all’ultima riga. Dall’analisi emerge che oggi il 29% delle famiglie italiane vivono sulla soglia di povertà : sono 7,1 milioni di famiglie che acquistano prevalentemente negli hard discount prodotti non di marca e che non hanno capacità  di spesa oltre lo stretto necessario. Con una buona capacità  di acquisto per beni e servizi in Italia rimangono 15 milioni di famiglie, che poi sono anche le uniche su cui è utile pianificare”.

L’articolo integrale è sul mensile ‘Prima Comunicazione’ n. 437 – Marzo 2013