Rcs: frenata di Rotelli su aumento capitale

ROMA (MF-DJ)–Dopo Benetton, anche Giuseppe Rotelli prende le distanze dall’aumento di capitale Rcs, di cui e’ primo azionista (fuori patto) con il 16,6% di cui il 13% diretto. Lo scrive il “Messaggero” aggiungendo che l’imprenditore della sanita’ si sente troppo impegnato sul rilancio del San Raffaele. Le possibili defezioni di Ponzano Veneto, di Rotelli e la “riflessione” in corso da parte di FonSai, rendono fluidi gli assetti futuri del gruppo editoriale. Nel primo pomeriggio di oggi il Cda di Rcs esaminera’ i dati preliminari dei conti 2012 e gli accordi di massima su debito e aumento di capitale a supporto del piano industriale 2015. Il bilancio e il piano verranno approvati da un altro board che dovrebbe tenersi l’11 aprile, in modo da dare a soci e banche il tempo di decidere. Intanto, Unicredit ha fatto sapere di voler partecipare solo in parte alla ristrutturazione del debito.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari