Comunicazione

27 marzo 2013 | 12:47

PRIVACY: GARANTE,DA P.A. NIENTE FAX A CITTADINI SU UTENZA AZIENDE

(AGI) – Roma, 27 mar. – Le pubbliche amministrazioni devono fare attenzione a non inviare comunicazioni ai cittadini usando il fax dell’azienda in cui questi lavorano: in mancanza di una norma di legge o di regolamento o di specifiche indicazioni dell’interessato, la comunicazione e’ illecita. Lo ha ricordato il Garante per la protezione dei dati personali che ha imposto ad un Comune veneto di adottare “opportune cautele per prevenire in futuro la conoscibilita’ ingiustificata dei dati personali dei cittadini da parte di soggetti diversi dai destinatari” Il Garante e’ intervenuto a seguito della segnalazione di una donna che si era vista inviare al recapito della societa’ presso cui lavorava un fax contenente dati personali riguardanti un contenzioso in corso con la sua amministrazione comunale. Interpellato dal Garante, il sindaco si era giustificato affermando che il numero di fax utilizzato era stato precedentemente usato piu’ volte sia dalla donna sia dal marito per comunicazioni dirette al Comune, facendo supporre che l’utenza fosse nella piena disponibilita’ dell’interessata e a suo uso esclusivo. La donna, invece, non aveva disposto che le comunicazioni le venissero inviate a quel numero di fax, indicando quale recapito unicamente il proprio domicilio. Nel decidere sul caso, l’Autorita’ ha innanzitutto osservato che, sulla base di quanto stabilito dal Codice privacy, “l’invio di una comunicazione, specie se tramite fax, da parte di un soggetto pubblico ad un soggetto privato diverso dal destinatario e’ ammesso solo se previsto da un norma di legge o di regolamento o se esplicitamente disposto dall’interessato”. Dal momento che tali presupposti sono risultati assenti, il trattamento di dati effettuato dal Comune e’ da considerarsi illecito. (AGI)