Comunicazione, New media

28 marzo 2013 | 14:56

COMUNE MILANO: ARTISTI DI STRADA PRENOTERANNO POSTO SUL WEB

(AGI) – Milano, 28 mar. – La semplificazione amministrativa applicata all’arte di strada. Attraverso una nuova piattaforma web, ‘Stradaperta’, Palazzo Marino ha messo a punto un software di gestione e prenotazioni degli oltre 200 spazi pubblici per tutti gli artisti che fanno delle strade cittadine il proprio palcoscenico. Il servizio e’ stato messo a punto dalla Federazione nazionale Arte di Strada e offre al singolo artista la possibilita’ di prenotare direttamente la propria postazione con un inedito rovescio di medaglia: per la prima volta, infatti, i cittadini potranno conoscere anticipatamente e in tempo reale, il programma di attivita’ che vivacizza il territorio. La semplificazione amministrativa legata all’utilizzo della piattaforma non e’ fine a se stessa: nell’ottica del Comune l’auspicio e’ che molti artisti provenienti da ogni parte d’Italia o del mondo abbiano modo di esibirsi a Milano a beneficio dell’appeal della citta’ e della sua capacita’ inclusiva. “Gli artisti di strada – ha detto Chiara Bisconti, assessore al Tempo libero – sono una risorsa capace di contribuire a cambiare il volto della citta’. Milano, con questo nuovo Regolamento, si propone come modello nazionale per la gestione e la promozione della libera espressione artistica”. La piattaforma web ‘Stradaperta’ si inserisce nel nuovo Regolamento per l’arte di strada che introduce la distinzione tra le ‘espressioni artistiche di strada’ senza compensi (musicisti, giocolieri, clowns) per le quali e’ esentata la Cosap (canone per l’occupazione del suolo e delle aree pubbliche) e i ‘mestieri artistici di strada’ che prevedono la produzione e vendita al pubblico (ritrattisti, pittori, scultori, esoterici, truccatori). Per questi ultimi, il coefficiente Cosap e’ dello 0,2 (era 0,5) ed e’ stata inoltre introdotta una rotazione delle postazioni con frequenza non superiore ai tre mesi, (in precedenza era un anno), al fine di consentire a un numero maggiore di persone di poter occupare le postazioni individuate; gli artisti invece avranno la possibilita’ di disporre delle postazioni individuate per slot di tre ore e per un massimo di quattro giorni consecutivi, nell’arco orario dalle 9 alle 24, fatte salve alcune limitazioni.