Rcs: settimana decisiva per piano

MILANO (MF-DJ)–La settimana che inizia oggi e’ fondamentale per Rcs. Anzi, decisiva. Anche perche’ lunedi’ prossimo scadono i termini per i lavori propedeutici all’assemblea di maggio.

Il patto che si riunira’ oggi pomeriggio, scrive Milano Finanza, dovra’ definire la strategia operativa degli azionisti che controllano il 58%. Mediobanca, Fiat, Intesa e Pirelli faranno la loro parte. Piu’ difficile capire se saranno della partita Generali, Unipol e i piccolo (Merloni, Lucchini, Bertazzoni, Edison). E soprattutto i Pesenti, terzi azionisti del sindacato di blocco. E se Diego Della Valle (all’8,695%) sara’ della partita, i Benetton (al 5,1%) si sono gia’ chiamati fuori, mentre la famiglia Rotelli (che ha il 16,55%) non ha ancora sciolto le riserve. Se cosi’ fosse le banche creditrici (Intesa, Ubi, Unicredit, Mediobanca e Bnl) non sarebbero disposte a dare l’ok al riscadenzamento perche’ correrebbero il rischio di dover sottoscrivere, nel caso di costituzione del consorzio di garanzia, gran parte dell’inoptato.
A questo punto il rischio e’ che, se non si trovera’ una soluzione, l’impalcatura costruita dall’ad Pietro Scott Jovane rischia di crollare. Cio’ spalancherebbe le porte a una procedura in tribunale. L’opzione piu’ semplice sarebbe il ricorso al concordato in bianco, opportunita’ che prevede la protezione dei creditori per 4 mesi e il blocco delle cessioni. L’alternativa, visto il prezzo fortemente scontato al quale sara’ lanciato l’aumento (si dice 0,20 euro per azione), e’ che arrivi un cavaliere bianco pronto a sostenere la societa’. Un potenziale candidato e’ Investindustrial, il fondo di Andrea Bonomi, consigliere di Rcs.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari