TELECOM: FOSSATI, IPOTESI 3 ITALIA SOLO DI VALENZA TATTICA

INTERVISTA AL SOLE 24 ORE, MULTIPLI IRREALISTICI

(ANSA) – MILANO, 10 APR – Un’integrazione tra Telecom Italia e 3 Italia, controllata dei cinesi di Hutchinson Whampoa, secondo l’azionista Marco Fossati non appare “un’operazione strategica, non ha valenza internazionale, è un’operazione ‘tattica’ sul mercato domestico della telefonia mobile”. Lo afferma in un’intervista al Sole 24 Ore. Fossati afferma di non esser stato contattato direttamente o indirettamente sulla vicenda. “Non conosco i dettagli, ma da quello che leggo circolano multipli irrealistici”, aggiunge. “Non dico che l’ipotesi non debba essere considerata, anzi é doveroso che Telecom la valuti. Ma prima di tutto deve esserci la base di convenienza economico-industriale per la società “, afferma poi Fossati invitando a non confondere i piani tra azionariato e gestione. “Ho sollecitato una riflessione su un rinnovamento del management e un ripensamento del modello di business – dice poi Fossati tornando sulla mozione presentata al consiglio, che esclude di riproporre in assemblea -. Ho chiesto di considerare una modifica dello statuto” sui quattro quinti dei posti del Cda alla maggioranza relativa e sulla golden share. “La rete è uno degli asset principali del gruppo – afferma tra l’altro -. Bisogna verificare le condizioni, ma non si può svendere. Ma perché la Cdp non considera di entrare direttamente in Telecom? Forse potrebbe andare bene a tutti?” Acquistata a 1,9 euro per azione e già  svalutata a 1,5 euro, nell’ultimo bilancio, anticipa Fossati, la partecipazione del 5% di Telecom in mano a Findim è stata ulteriormente rettificata a 1,2 euro per azione.(ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci