PEI NEWS: N.I.C.E., IL CINEMA EMERGENTE ITALIANO CONQUISTA MOSCA

(AGI) – Mosca, 10 apr. – Tutto esaurito al cinema 35mm a Mosca per la serata di apertura oggi della XVI edizione di N.I.C.E. Russia 2013 (10-16 aprile), festival dedicato al cinema italiano emergente scelto da N.I.C.E. New Italian Cinema Events. “Sedici anni di N.I.C.E. significano un’autentica tradizione, associata a due parole importanti: cinema e gioventu'” ha detto Adriano Dell’Asta, direttore dell’Istituto italiano di cultura a Mosca, durante la conferenza stampa, ospitata dall’ambasciatore d’Italia, Antonio Zanardi Landi. “Cinema significa sognare all’infinito. Gioventu’ significa credere che questi sogni si possano realizzare. E in un momento di crisi come questo il lavoro del N.I.C.E. acquista ancora piu’ significato”. Parlando dell’iniziativa, il direttore del Museo Statale del Cinema di Mosca Naum Klejman – fautore dell’arrivo in Russia del N.I.C.E., come ha raccontato la direttrice del Festival, Viviana del Bianco – ha detto che in questo modo “non solo si aiuta il cinema emergente, ma anche il pubblico russo a capire cosa succede nel mondo, perche’ il cinema italiano e’ un fenomeno mondiale ancora oggi”. “In questo momento il problema del nostro cinema – ha detto l’attrice Valeria Golino, madrina del Festival nell’inedita veste di regista – non e’ la mancanza di talenti, ma la burocrazia di un’industria, quella cinematografica, che fatica a reggersi in piedi”. “Nonostante questo – ha sottolineato l’attrice, entusiasta della sua prima visita in Russia – c’e’ sempre un modo per realizzare le cose in cui si crede”. Proprio la Golino presenta questa sera al pubblico russo il suo primo cortometraggio “Armandino e il Madre”, oltre al trailer del suo nuovo film dietro la macchina da presa, “Miele”, in uscita in Italia il primo maggio e con protagonista Jasmine Trinca. In cartellone per la serata di apertura anche la pellicola di Silvio Soldini “Il comandante e la cicogna” (2012). Oltre che dalla del Bianco, il festival e’ diretto anche da Grazia Santini e da Olga Strada, in veste di direttore esecutivo Russia. Sono previsti eventi speciali, come l’omaggio a Marcello Mastroianni con la proiezione del documentario “Ritratto di uno sconosciuto – Marcellus Dominicus Vincentius” (2006) di Roberto Meddi e Gioia Magrin. Il festival, inoltre, prevede anche alcuni premi per gli spettatori russi, come un soggiorno ad Albano Terme.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Venticinque milioni in più per il tax credit per il cinema. Il ministro Franceschini: uno strumento di sostegno che sta conoscendo un successo straordinario

Dalle serie tv, agli spettacoli comici passando per le produzioni made in Italy. Conto alla rovescia per l’arrivo di Netflix nel nostro paese

Dalla revisione di tax credit e quote di partecipazione, al nuovo modello per la negoziazione dei diritti. Governo al lavoro per il rilancio del settore audiovisivo