Rcs: si va verso scioglimento anticipato patto

MILANO (MF-DJ)–Lo scioglimento anticipato del patto di sindacato di Rcs e’ un’opzione sempre piu’ probabile, e dovrebbe verificarsi una volta chiuso l’aumento di capitale della societa’.
E’ quanto ha appreso Mf-Dow Jones da una fonte vicina al dossier che spiega come lo scioglimento dell’accordo verra’ fatto a valle dell’aumento per consentire a ciascun socio di disporre come meglio crede della propria quota della societa’ una volta ricapitalizzata.
Lo scioglimento consentira’ ai soci di avere le mani libere tanto piu’ se, come auspicato dai maggiorenti del patto, verra’ trovato un nuovo socio in grado di rilevare la maggioranza della societa’. L’aumento verra’ fatto a forte sconto, a una cifra che potrebbe essere di 0,2/0,3 euro, uno sconto che rende i soci ottimisti sulla possibilita’ che l’inoptato possa essere prossimo allo zero.
Oltre all’aumento il Cda di Rcs in calendario domenica prossima dovrebbe perfezionare anche la cessione delle 10 testate, che si aggiunge alla gia’ annunciata vendita di Dada. Sul fronte degli immobili, come anticipato da Mf-DowJones le dismissioni dovrebbero riguardare il solo cespite di via San Marco e non la sede storica di Via Solferino. glm gabriele.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari