Eutelsat/ Focus sulla diffusione della tv via satellite in Italia

Uno studio che la società  presenterà  a Roma il prossimo 18 aprile

Roma, 11 apr. (TMNews) – “Il Satellite in Italia, mercato sviluppo e nuove tecnologie del broadcasting”. Questo il titolo della ricerca che Eutelsat – il principale provider satellitare europeo – presenterà  il prossimo 18 aprile a Roma presso la Galleria del Cardinale, in Piazza SS. Apostoli n. 66, alle ore 18.00.
Si tratta di “un prezioso focus sul mercato italiano alla luce delle evoluzioni del sistema provocate dallo spegnimento del segnale analogico: un processo segnato, tra l`altro, dall`arrivo di nuovi attori quali TivùSat e l`introduzione di una ricca offerta in Alta Definizione da parte di Sky Italia”, osserva la società .
“Eutelsat – spiega Claudia Vaccarone responsabile della ricerca e Direttrice Studi di Mercato & Customer Experience della società  – conduce periodicamente uno studio di mercato in 46 Paesi nelle sue zone di copertura, per scattare una fotografia del panorama televisivo e dei vari modi di ricezione e per quantificare il numero di famiglie che ricevono il segnale televisivo attraverso la flotta dei satelliti Eutelsat”.
Dedicando attenzione anche alle ultime tendenze sul fronte della fruizione televisiva via Web, l`analisi è stata realizzata in collaborazione con Ipsos sulla base di interviste face-to-face raccolte in tutta Italia tra settembre e novembre 2012. Questa metodologia ha permesso di ottenere “risultati estremamente precisi che offrono uno specchio fedele dell`Italia Satellitare”.
Alla presentazione del rapporto parteciperanno numerosi rappresentanti del mondo del broadcasting e delle istituzioni.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Liberare le frequenze sopra i 700 Mhz entro il 2020 dai segnali tv. Le mosse dell’Unione Europea per apire il mercato al 5G