ANCHE MICROSOFT PUNTA SU MINI-TABLET, ATTESO A FINE ANNO

MERCATO ‘TAVOLETTE’SEMPRE PIU’ AFFOLLATO MA PER PC E’ VERA CRISI

(ANSA) – ROMA, 11 APR – Con il mondo dei pc ormai in crisi conclamata, con le vendite giù per il quarto trimestre consecutivo, il futuro dei giganti dell’informatica è sempre di più in mano ai tablet in tutte le declinazioni di forme, prezzi e prestazioni, e anche quelli che prima si dicevano scettici riguardo ad esempio alle ‘mini-tavolette’ scendono a più miti consigli. La prossima a ‘capitolare’, secondo il Wall Street Journal, sarà  Microsoft, che potrebbe cercare di rimediare alle scarse vendite dei pc con Windows 8 con un modello del proprio tablet Surface più piccolo e meno costoso che dovrebbe arrivare in tempo per i prossimi acquisti natalizi. Secondo la fonte citata dal Wsj l’anno scorso nessun tablet da 7 pollici era nei piani di Redmond, proprio com’e successo per la Apple all’inizio, ma la strategia del colosso sarebbe cambiata in seguito al successo di tablet di questa misura come l’iPad mini di Apple, il Kindle Fire di Amazon o il Nexus 7 di Google. Proprio quest’ultima, secondo ‘rumors’ di qualche giorno fa, sarebbe pronta a lanciare, già  quest’estate, una nuova versione del Nexus 7 ad un prezzo ancora più aggressivo, ad un anno dal lancio della prima generazione del prodotto. Tornando a Microsoft, Redmond sembrerebbe intenzionata ad affidare proprio alle ‘tavolette’ il rilancio del suo nuovo sistema operativo, lanciato lo scorso ottobre, e che invece di rivitalizzare un mercato dei pc già  in forte calo, secondo alcuni esperti ha contribuito ad affossarlo. A certificare la crisi nera del settore, contraltare al boom dei dispositivi mobili, sono sia Gartner che International Data Corp: per i primi, nei tre mesi iniziali dell’anno le consegne per la vendita sono calate dell’11,2% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, mentre i secondi hanno rilevato una discesa ancora più netta, -13,9%: la flessione maggiore dal 1994. “Anche se qualche consumatore sembra apprezzare le nuove caratteristiche di Windows 8 – spiega Bob O’Donnell, vicepresidente di Idc – i cambiamenti radicali nell’interfaccia utente e i costi delle macchine hanno reso il pc meno attraente rispetto a tablet e altri dispositivi”. Tra gennaio e marzo 2013 secondo Idc sono stati consegnati 76,3 milioni di personal computer, in calo per il quarto trimestre consecutivo. Fra i produttori Hp rimane in testa per vendite, con il 15,7% del mercato, ma con un calo che ha sfiorato il 25%. Si avvicina Lenovo, che ha una quota del 15,3%, ma le cui vendite sono stabili. In calo persino Apple, che pur limitando le perdite e mantenendo il terzo posto negli Usa ha perso il 7,7% rispetto ai primi tre mesi del 2012.(ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Le dirette video di Facebook disponibili a tutti gli utenti. In Italia le stanno già sperimentando

Per cercare di superare la crisi l’ad di Twitter licenzia quattro dirigenti