EDITORIA:GERMANIA,ULTIMA NOTIZIA PER AGENZIA INSOLVENTE DAPD

IN 4 MESI STOP 2/O GRANDE MEDIA DOPO FINANCIAL TIMES DEUTSCHLAND

(ANSA) – BERLINO, 11 APR – Ultima notizia, oggi, per l’agenzia stampa tedesca Dapd, che ha cessato le attività , dopo mesi di tentativi falliti per cercare un investitore in grado di salvare l’azienda, gravemente indebitata, dall’insolvenza. Lo ha reso noto la curatrice fallimentare Petra Hilgers, dopo che era sfumata anche l’ultima speranza rappresentata dall’agenzia statale russa Ria Novosti. Con la chiusura della Dapd – nata dalla fusione della tedesca Ddp con il servizio locale della statunitense Ap per fare concorrenza alla più blasonata Dpa -, in Germania si spegne la seconda grande azienda editoriale in quattro mesi, dopo il Financial Times Deutschland. La chiusura della Dapd è “una catastrofe per i redattori e i suoi collaboratori free-lance”, ha commentato il presidente dell’associazione dei giornalisti tedeschi, Michael Konken. L’agenzia dava lavoro a 175 redattori e a decine di collaboratori esterni.(ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari