Editoria/Gip su Verdini:con soldi editoria acquistate auto e moto

Pm contestano utilizzo contributi ‘Giornale della Toscana’
Firenze, 11 apr. (TMNews) – Ci sono anche gli acquisti di una motocicletta, di un’automobile e il pagamento del notaio nella compravendita di una casa, tra le spese che, secondo la magistratura fiorentina, sono state coperte da Denis Verdini, Massimo Parisi e altri indagati, con le risorse pubbliche destinate all’editoria. E’ quanto emerge dalle motivazioni che hanno portato la Guardia di Finanza a sequestrare beni, a titolo probatorio, per 12 milioni di euro, su mandato dalla Procura di Firenze. Queste spese, secondo quanto recepito anche dal Gip, sarebbero state ‘caricate’ sui costi della cooperativa Settemari che, assieme alla Ste, è finita al centro dell’inchiesta. Nella sostanza, gli inquirenti accusano i due esponenti del Pdl e altre venti persone di truffa allo Stato per non aver utilizzato del tutto ai fini editoriali i fondi pubblici. Si tratta del periodo in cui era edito anche ‘Il Giornale della Toscana’, che copriva la cronaca locale per ‘Il Giornale’. In più, viene contestata il fatto che i giornalisti delle testate non ricoprivano incarichi nelle cooperative.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari