CAMERA: ACCREDITI GIORNALISTI PER ELEZIONE CAPO STATO

CAMERA: ACCREDITI GIORNALISTI PER ELEZIONE CAPO STATO
ROMA
(ANSA) – ROMA, 13 APR – In occasione delle sedute a Montecitorio del Parlamento riunito in seduta comune per l’elezione del Presidente della Repubblica, l’accesso dei giornalisti verrà  disciplinato secondo le seguenti modalità , definite d’intesa tra l’Associazione stampa parlamentare e gli uffici della Camera. Oltre agli iscritti all’Asp e ai quirinalisti, ciascuna testata potrà  richiedere, attraverso l’applicazione delle normali procedure (trasmissione fax con richiesta sottoscritta dal direttore responsabile), il rilascio di un permesso temporaneo di accesso (fax n. 06 67603024) per colleghi con rapporto di lavoro ex articolo 1 Cnlg, praticanti e pubblicisti contrattualizzati ex articolo 36 Cnlg. La quota – si legge in una nota – potrà  essere elevata sostituendo tessere assegnate a colleghi iscritti all’Asp che la testata non intenda utilizzare, previa indicazione dei nominativi. Le richieste dovranno giungere improrogabilmente entro e non oltre le ore 12.00 di MARTEDI’ 16 APRILE p.v. In caso di un numero particolarmente elevato di richieste, l’Asp riconoscerà  priorità  alle testate in possesso dei requisiti richiesti in base allo statuto per poter iscrivere colleghi alla stessa Associazione. L’accredito di operatori e fotografi avverrà  attraverso l’ufficio stampa della Camera (fax n. 06 6783082) L’accredito dei giornalisti di testate straniere avverrà  d’intesa tra l’ ufficio stampa della Camera e l’Associazione stampa estera. Si ricorda che è vietato effettuare riprese con qualsiasi mezzo in spazi diversi da quelli all’uopo destinati. Verranno allestite postazioni per l’emittenza televisiva. Informazioni al riguardo possono essere richieste all’Ufficio stampa della Camera. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari