RCS: A PIANO CALO 8% ANNO PUBBLICITA’ TRADIZIONALE IN ITALIA

QUOTIDIANI:GIU’CIRCOLAZIONE CARTA, SALE DIGITALE, SALDO STABILE

(ANSA) – MILANO, 15 APR – Il piano triennale di Rcs, formulato prevedendo un calo quest’anno del pil dell’1% (+0,5% nel 2014, +1,2% nel 2015), vede la pubblicità  tradizionale in Italia in calo medio annuo dell’8% sia a livello di mercato e sia a livello di gruppo. Sul fronte digitale il mercato è visto salire dell’11%, con Rcs invece in crescita del 16%. E’ quanto emerso nella presentazione agli analisti. Il mercato tradizionale della pubblicità  in Spagna è visto in calo del 4%, con Rcs in flessione del 5%. Nell’online la pubblicità  è attesa sul mercato spagnolo in crescita del 6%, con Rcs in crescita del 7%. Sulla circolazione giornaliera dei quotidiani è atteso un calo medio annuo del 10% in Italia, con una crescita del 38% nel digitale che renderà  stabile il saldo. In Spagna il calo della circolazione del cartaceo è atteso al 9% medio annuo, con una crescita nel digitale del 34% e un leggero declino complessivo atteso. Il gruppo “rafforzerà  la sua presenza e la sua offerta sul digitale” concentrandosi sulla redditività , ha spiegato l’A.d Pietro Scott Jovane. Il focus sul digitale, ha comunque aggiunto, “non significa che abbandoneremo la carta” che continua ad essere parte del business. “Le tendenze digitali, che vengono tradizionalmente considerate come delle minacce per il nostro mercato – ha detto -, sono una delle migliori opportunità  che ha Rcs per allargare la propria influenza, raggiungere nuovi mercati pubblicitari e diventare più redditizia”.(ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari