Editoria/Nasce Inpiù quotidiano opinione digitale dir.Santalmassi

Cipolletta: ordine nel Caos. Abete: è anche comunità  di valori

Roma, 15 apr. (TMNews) – Si chiama Inpiù, è un quotidiano di informazione digitale e nasce con l’obiettivo di fare ordine nel caos dell’informazione divulgando commenti e opinioni autorevoli e informate sui principali fatti del giorno. L’esclusiva della notizia, infatti, non è più patrimonio di alcuno, perché l’informazione arriva ormai attraverso i più svariati mezzi di diffusione. Troppa informazione significa, però, nessuna informazione e molto ‘rumore di fondo’.
Con un prodotto editoriale distribuito in abbonamento direttamente sugli apparati mobili e sul sito www.inpiu.net la redazione, diretta da Giancarlo Santalmassi, tenterà  di identificare le notizie che quotidianamente hanno maggior rilevanza strategica per il Paese. Il comitato scientifico, presieduto da Innocenzo Cipolletta, si incaricherà  invece di inquadrarle nello spazio e nel tempo, fornendo analisi, approfondimenti e commenti puntuali e precisi. Il tutto distribuito in real time e con una formula moderna e di facile consultazione.
Al fianco dell’abbonamento al notiziario, Inpiù offre anche un nuovo portale d’informazione, consultabile da tutti. Oltre ad essere un giornale, il portale Inpiù.net, ogni giorno a mezzanotte, pubblicherà  in esclusiva anche le notizie distribuite il giorno precedente in abbonamento, che si andranno ad aggiungere a quelle pensate, analizzate e scritte per il sito, che verrà  arricchito ogni giorno da inchieste e approfondimenti.
Inpiù, ha spiegato Cipolletta, presidente del Comitato Scientifico “fornisce una prima opinione su una notizia strategica elaborata da un esperto. Sulla base di questa idea, il lettore può farsi una sua propria opinione o può fare sua quella nostra, se la condivide. Il vantaggio è che l’utente non dovrà  cercare in un sito web le opinioni più autorevoli, ma le riceverà  direttamente e potrà  leggerle rapidamente, anche mentre è occupato in altre faccende”.
L’editore, il Comitato scientifico e la direzione di Inpiù, ha detto Luigi Abete, editore appunto della testata, “condividono una serie di valori culturali: una società  libera, responsabile e disponibile all’innovazione, che riconosce e premia il merito, in un quadro di solidarietà  sociale, intergenerazionale, geopolitica. Da questo punto di vista In Più si caratterizza anche come una ‘comunità  di valori’ che offre l’interpretazione dei fatti a nostro giudizio più coerente con lo sviluppo del nostro Paese nel quadro dell’evoluzione dell’Europa. InPiù ha dunque l’ambizione di contribuire a costruire un’identità  condivisa con i propri lettori, anche per contribuire a recuperare un alfabeto e una visione comune in questo tempo di conflitti, divisioni e crescente incomunicabilità “.L’appuntamento per la presentazione di Inpiù è fissato per domani alle 11,30 alla Libreria Fandango, in via dei Prefetti 22 a Roma. All’evento parteciperanno il direttore, Giancarlo Santalmassi, il presidente del Comitato scientifico, Innocenzo Cipolletta, e l’editore, Luigi Abete, che si confronteranno sui temi dell’informazione, dei nuovi media e del futuro della comunicazione.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari