RCS: JOVANE A DIPENDENTI, NON C’E’ ALTERNATIVA A CAMBIAMENTO

RCS: JOVANE A DIPENDENTI, NON C’E’ ALTERNATIVA A CAMBIAMENTO
ORA SICUREZZA PER RESTARE AUTOREVOLI,INDIPENDENTI E MULTIMEDIA
MILANO
(ANSA) – MILANO, 15 APR – “Cambiare è complesso, ma non c’é alternativa”. Lo scrive l’A.d di Rcs Pietro Scott Jovane in una lettera interna ai dipendenti del gruppo dopo il consiglio di amministrazione del gruppo che ieri ha approvato il sostegno finanziario al piano triennale. Questo, spiega, “ci consente di guardare al futuro del nostro piano con la sicurezza necessaria per proseguire ad essere editori autorevoli e indipendenti e a trasformarci in una multimedia company”. “Il nostro Piano, vista anche la situazione in cui versa il gruppo, non può che essere molto sfidante”, spiega Jovane ai dipendenti. “Ad oggi nessuno ha ancora trovato la soluzione sicura per l’editoria – prosegue -. Noi stiamo portando avanti la nostra, con una visione molto precisa. Come tutti i cambi di passo ha dei rischi, ma sono convinto che la strategia che abbiamo delineato possa offrire al nostro gruppo un futuro di crescita e di confermata autorevolezza. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari