CINEMA: NEL 2012 MERCATO SALA -10%, PRODUZIONE +1%

SI SPERA NEL VOLANO TAX CREDIT E APPLICAZIONE QUOTE CINEMA TV

(ANSA) – ROMA, 16 APR – Ancora nel segno meno il cinema italiano. Nel mercato sala, dopo il -10% del 2012 rispetto al 2011, c’é un ulteriore decremento, anche se minore, di -5% nel primo trimestre 2013 rispetto allo stesso periodo del 2012. E questo, purtroppo, a danno del cinema italiano. Di buon auspicio invece il + 1,07% di incremento della produzione grazie al volano del tax credit. Questa, in estrema sintesi, l’analisi dei dati 2012 del cinema italiano, che stamattina la Direzione Generale Cinema del MiBAC e l’ANICA hanno presentato in conferenza stampa al Collegio Romano. Entrando più nello specifico sono stati provvidenziali gli 87 milioni di euro di agevolazioni fiscali utilizzati dai 79 film italiani che nel 2012 hanno usufruito della normativa per il tax credit. Per i 166 film di nazionalità  italiana prodotti in totale nel 2012, infatti, sono stati investiti 337 milioni di euro, con un incremento dell’1,07% rispetto all’anno precedente, che in tempi di crisi economica conclamata, dimostrano una sostanziale tenuta del settore per quanto riguarda il versante finanziario della produzione. Il tax credit è stato dunque un valore aggiunto per la produzione cosa rivelata anche da una ricerca ANICA/LUISS che ha stimato che per ogni euro di agevolazione fiscale si genera per lo stato italiano un gettito fiscale successivo di 1,5 euro. Sono poi 37 i film coprodotti, in maggioranza con paesi francofoni (Francia 20, Belgio 6), con un apporto da parte dell’industria italiana di ben 80 milioni di euro. Rispetto invece al calo del 5% in sala, l’aggravante è che a farne le spese è principalmente il cinema di nazionalità  italiana, il quale, pur mantenendo una quota di mercato ragguardevole (33%), subisce una flessione rispetto al trimestre 2012 (41%). Dati contraddittori per quanto riguarda la programmazione del cinema italiano in tv. Nelle sette principali reti nazionali generaliste si riscontra un aumento della programmazione di cinema italiano (+264 titoli), con una migliore programmazione anche in prima serata, con i maggiori incrementi da parte di Canale 5 (+12) e Rai3 (+11). Quasi inesistente, anche quest’anno la presenza di titoli italiani in prima serata su Rai1 (6) e Rai2 (2). Diminuisce invece la programmazione di film sui canali satellitari, con 767 passaggi in meno nel 2012 sui 53.000 totali del 2011(-1,45%), e soprattutto diminuiscono i titoli unici sia nel complesso, con 110 titoli programmati in meno (2.723 nel 2012 vs 2868 nel 2011), sia nello specifico, con ben 48 film di nazionalità  italiana in meno (647 vs i 695 del 2011). Nello scenario tv dell’anno in corso si spera avrà  ripercussioni favorevoli l’applicazione dal 1 luglio 2013 del decreto sulle quote di cinema in tv emanato agli inizi di quest’anno dal MiBAC e dal MiSE.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Venticinque milioni in più per il tax credit per il cinema. Il ministro Franceschini: uno strumento di sostegno che sta conoscendo un successo straordinario

Dalle serie tv, agli spettacoli comici passando per le produzioni made in Italy. Conto alla rovescia per l’arrivo di Netflix nel nostro paese

Dalla revisione di tax credit e quote di partecipazione, al nuovo modello per la negoziazione dei diritti. Governo al lavoro per il rilancio del settore audiovisivo