Cinema: 166 film italiani nel 2012. Ecco i tutti numeri

(ASCA) – Roma, 16 apr – Questa la sintesi dei dati che la Direzione Generale Cinema del MiBAC e l’ANICA ha presentato in una conferenza stampa al Collegio Romano. PRODUZIONE: 166 film di nazionalita’ italiana prodotti nel 2012; 129 film prodotti con capitali italiani al 100% di cui: a) 61 con budget fino a 800.000 euro (36 < 200.000); b) 21 con budget fino a 1,5 milioni; c) 23 con budget fino a 3,5 milioni; d) 24 con oltre 3,5 milioni: 37 di coproduzione (21 maggioritarie) con 80 milioni di euro di apporto italiano; 79 i film di nazionalita’ italiana per i quali e’ stato richiesto tax credit (61%); importante l’attrazione di film stranieri che, grazie al tax credit, in 4 anni hanno investito in Italia 84 milioni di euro; 337 milioni di euro i capitali italiani investiti nel cinema (+1,07% rispetto al 2011), di cui: a) 225 da capitali privati o non direttamente statali (fondi comunitari o locali, ecc.); b) 88 da agevolazioni fiscali tax credit; c) 24 da contributi statali diretti. MERCATO SALA: -5% il decremento del mercato sala nel 1* trimestre 2013 rispetto allo stesso periodo 2012. 33% la quota dei film italiani nel 1* trimestre 2013 vs 41% stesso periodo 2012. CINEMA IN TV: 1596 i passaggi di film italiani nelle 7 principali tv generaliste nel 2012; 156 i film italiani programmati in prima serata dalle 7 principali tv generaliste nel 2012, di cui: a) 6 da RAIUNO; b) 2 da RAIDUE; c) 38 da RAITRE; d) 41 da CANALE 5; e) 5 da ITALIA 1; f) 36 da RETE 4; g) 28 da LA7. 647 i titoli italiani trasmessi dalle tv satellitari nel 2012 con circa 11 mila passaggi totali, 48 in meno dello scorso anno (-6,9%).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari