CINEMA: BRITANNICA PINEWOOD PUNTA SU ESPANSIONE IN CINA

(AGI/REUTERS) – Londra, 17 apr. – La britannica Pinewood, la prima casa di produzione cinematografica europea, sigla una joint venture con la Seven Stars del mogul dei media cinesi Bruno Wu e punta su una rapida espansione in Cina. Lo studio che ha creato James Bond scommette sull’impennata del box office cinese e si fa tirare la volata dal premier, David Cameron, secondo il quale “Pinewood ci apre la strada, puntando sulla fiorente industria dell’intrattenimento e dei media cinese e rafforzando le relazioni commerciali tra Gran Bretagna e Cina”. La mossa di Pinewood, secondo l’amministratore delegato della societa’, Ivan Dunleavy offre “grandi opportunita’” all’industria dei media del Regno Unito. Pinewood, oltre che in Gran Bretagna, gestisce studi di produzione cinematografica, anche in Canada, in Germania e in Malesia. Bruno Wu e’ soprannominato il Rupert Murdoch della Cina e, insieme alla moglie Yang Lan, una delle piu’ note giornaliste televisive cinesi, controlla Sun Media, la prima compagnia privata dei media in Cina.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Liberare le frequenze sopra i 700 Mhz entro il 2020 dai segnali tv. Le mosse dell’Unione Europea per apire il mercato al 5G