3 Italia/ Nostri risultati finanziari sono “veri e corretti”

Riportate dai media “voci imprecise e fuorvianti”

Roma, 17 apr. (TMNews) – I risultati finanziari diffusi da 3 Italia sono “veri e corretti”. Al 31 dicembre 2012, 3 Italia aveva circa 9,5 milioni di clienti registrati, mentre i clienti attivi come percentuale del totale dei clienti registrati erano il 74%. Lo precisa la società  replicando a “voci imprecise e fuorvianti” riportate da alcuni media italiani riguardanti la performance finanziaria 2012 e il numero di clienti di 3 Italia.
“Il numero di clienti di 3 Italia é riportato anche nella relazione annuale 2012 di Hutchison Whampoa Limited. I risultati per il 2012 di 3 Italia – sottolinea la società  in una nota – sono riassunti nel suo comunicato stampa ufficiale del 26 marzo 2013 e sono stati riportati nella Relazione Annuale 2012 di Hutchison Whampoa Limited. Le informazioni sui risultati di 3 Italia per il 2012 sono disponibili al seguente link: http://file.irasia.com/listco/hk/hutchison/annual/2012/telecom.pdf “.
3 Italia conferma quindi che “i suoi risultati finanziari – come riportato nella relazione annuale 2012 di Hutchison Whampoa Limited – sono veri e corretti in tutti gli aspetti. Il bilancio consolidato di Hutchison Whampoa Limited incluso nella relazione annuale è stato certificato dai suoi revisori indipendenti (PricewaterhouseCoopers). Inoltre, contrariamente a quanto riportato oggi da un quotidiano economico, nel 2012 i costi di acquisizione dei nuovi clienti di 3 Italia non sono stati capitalizzati”.
3 Italia considera “dannose per la propria reputazione le notizie inesatte e fuorvianti riportate da alcuni media italiani e si riserva di agire legalmente nei confronti di chiunque perseveri nella loro pubblicazione e diffusione”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci