Pubblicità / Nielsen: A febbario mercato peggiora, -17,7% annuo

Continua frenata quotidiani (-26,1%), crolla la radio (-27,7%)
Milano, 18 apr. (TMNews) – A febbraio il mercato pubblicitario si è chiuso con una flessione del 17,7% rispetto allo stesso mese dell’anno scorso: un dato – rileva Nielsen – che risulta in ulteriore peggioramento rispetto alla performance di gennaio (-15,3%). Rispetto al mese precedente, gli investimenti decrescono su tutti i mezzi, ad eccezione della televisione che a gennaio ha fatto registrare un -16,1% e rimane con lo stesso trend sul cumulato. Continua la frenata dei quotidiani (-26,1%) mentre i periodici rallentano il calo, portandosi a un -21,6% sul cumulato dei primi due mesi dell’anno. internet, che a gennaio aveva fatto segnare un rassicurante +9%, viene investito in pieno, così come gli altri mezzi, dallo stallo politico istituzionale e dei consumi, e registra un +1,5% che porta il bimestre a +5%. Particolarmente in difficoltà  rispetto a gennaio la radio, che passa da un -2,2% di gennaio a -27,7%. Sarà  importante capire il contributo del mese di marzo – spiega Nielsen – un mese che, nella stagionalità  degli investimenti, storicamente è uno dei più importanti dal punto di vista della raccolta, insieme a settembre ed ottobre.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Scende il valore del sistema media rispetto al 2013. Big lontani dal limite

Cairo Communication: nei nove mesi ricavi in calo a 185,7 milioni di euro. Previsto Mol in sostanziale pareggio per La7 a fine anno

Banzai: nei 9 mesi del 2015 i ricavi salgano a 152 milioni; la perdita cresce a 6,5 milioni di euro