L’Espresso: De Benedetti, oltre noi nessun editore in utile in 1* trim

ROMA (MF-DJ)–“Sono assolutamente convinto che nessun gruppo editoriale chiudera’ il 1* trimestre in utile come abbiamo fatto noi”.
Lo ha detto nel corso dell’assemblea degli azionisti de L’Espresso il presidente, Carlo De Benedetti, parlando della crisi che attraversa il settore editoriale in scia alla recessione economica.
L’editoria, ha messo in evidenza De Benedetti, e’ legata alla pubblicita’; “in tutti i periodi di crisi purtroppo il prezzo della pubblicita’ si abbatte piu’ della quantita’. E’ un derivato della pubblicita’ televisiva. Avendo noi una societa’ irresponsabile che e’ la Tv di Stato, la Rai, e Mediaset che si rincorrono ormai a prezzi ridicoli della raccolta pubblicitaria, questo si ripercuote sui prezzi della pubblicita’”.
Parlando delle prospettive per l’informazione, De Benedetti ha spiegato come “il digitale assumera’ maggiore importanza. Oggi non compensa ne’ il numero di copie ne’ di redditivita’ la perdita del numero di copie del giornale di carta. Per noi – ha messo in evidenza – una copia digitale non vale una copia di carta, ma con il tempo i prezzi di adegueranno”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari