Sia: pronta a staccare cedola

MILANO (MF-DJ)–Il 2012 e’ stato l’anno della svolta per Sia, la societa’ guidata dall’amministratore delegato Massimo Arrighetti specializzata nelle tecnologie e nei servizi per i pagamenti elettronici e i mercati di capitali. “L’anno scorso si e’ chiuso con una crescita del fatturato consolidato di gruppo oltre le aspettative, a 348 milioni, in aumento del 4,5% dai 333 milioni del 2011 e con un ebitda che e’ addirittura aumentato di oltre il 20% a 94 milioni dai 78 milioni dell’anno prima”, anticipa Arrighetti a MF-Milano Finanza, precisando che “gia’ a fine 2012 abbiamo raggiunto l’obiettivo di Roe del piano industriale 2011-2013 fissato al 16%”. Non solo. “In sede di assemblea degli azionisti il prossimo 3 maggio verra’ anche annunciato il pagamento del primo dividendo da quattro anni a questa parte. E si trattera’ di un dividendo importante, perche’ sostanzialmente andremo a pagare agli azionisti tutto quello che il gruppo non ha pagato in questi anni piu’ un’ulteriore quota. Nel 2012, d’altra parte, l’utile netto ha registrato un balzo del 90% rispetto ai 21,5 milioni del 2011. In ogni caso, d’ora in poi la nostra politica sara’ quella di pagare agli azionisti ogni anno un dividendo pari al 50% dell’utile netto”, continua Arrighetti. L’ultimo dividendo pagato da Sia agli azionisti (circa 6 milioni) riguardava il bilancio 2008.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Le dirette video di Facebook disponibili a tutti gli utenti. In Italia le stanno già sperimentando

Per cercare di superare la crisi l’ad di Twitter licenzia quattro dirigenti