Rcs: Corriere, in 4 anni 70 prepensionamenti

MILANO (MF-DJ)–Il tassello piu’ importante degli accordi sindacali tra Rcs Mediagroup e i giornalisti e’ stato composto nella notte di ieri. Dopo giorni di trattativa e un rush finale durato oltre 10 ore, l’azienda e il cdr del Corriere della Sera hanno firmato il protocollo d’intesa che prevede 70 prepensionamenti da realizzarsi, su base volontaria (condizione reintrodotta nell’ultima versione dell’accordo), nell’arco di 4 anni. Prepensionamenti gradualita’ che riguarderanno i giornalisti fino alla classe d’eta’ 1959. L’impegno delle parti prevede che se non verranno centrati gli obietivi di risparmio economico ed efficienza potra’ scattare la cassa integrazione a rotazione per la redazione del quotidiano di via Solferino. Con questo via libera si definisce completamente il progetto di ristrutturazione e rilancio di Rcs elaborato dall’ad Pietro Scott Jovane che nel corso di questi ultimi mesi ha dapprima trovato l’accordo con la Gazzetta dello Sport, poi con grafici e poligrafici dei due quotidiani, con le altre confederazioni sindacali per l’organico in carico alle divisioni Pubblicita’ e Corporate, e, infine, per l’appunto quello fondamentale per l’effettiva partenza del piano con il CorSera.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari