Cinema: per i Nastri D’Argento ”Io e te” film dell’anno 2013

(ASCA) – Roma, 19 apr – ”Io e te”, il film del grande ritorno alla regia di Bernardo Bertolucci e’ il vincitore del ”Nastro d’Argento dell’anno” 2013. Lo annunciano i giornalisti cinematografici italiani ufficializzando, con l’occasione, anche gli appuntamenti della prossima edizione dei Nastri, la 67*, che avra’ luogo, come di consueto, tra Roma e Taormina. Ecco le date: a Roma il 30 Maggio prossimo, giovedi’, nella prestigiosa sede del Museo MAXXI i premi al film Nastro dell’anno e, insieme, l’annuncio ufficiale delle ”cinquine” dei candidati, poi a Taormina, sabato 6 Luglio, dal Teatro Antico, durante la ”Notte delle stelle” – come sempre organizzata insieme a Taormina Arte – la serata di premiazione che ospitera’ ancora una volta, come tradizione, i vincitori votati da tutti i giornalisti, con i Premi Guglielmo Biraghi per gli esordienti e alcuni riconoscimenti speciali. La sera del 30 maggio a Roma con Bertolucci ritirera’ un Nastro anche il produttore del film, Mario Gianani e, come tradizione, insieme loro saranno anche festeggiate altre professionalita’ del film – scelte dal Direttivo dei Giornalisti Cinematografici – premiate con un particolare riconoscimento legato alla scelta del ”Film dell’anno 2013”, un riconoscimento che – ricordano i giornalisti – era andato lo scorso anno a Cesare deve morire di Paolo e Vittorio Taviani. ”E’ un film che anche i giornalisti e la critica hanno subito accolto con entusiasmo: un film che emoziona e conquista per il suo sguardo incredibilmente nuovo e diverso, in un’annata difficile che restera’ nella storia del cinema, non solo italiano, anche per la freschezza dell’atteso, felicissimo ritorno di Bernardo Bertolucci dietro la macchina da presa”, spiega a nome del Direttivo Nazionale del Sindacato, il presidente Laura Delli Colli. Prodotto da ”Fiction” e Mario Gianani, dopo la magnifica accoglienza, lo scorso anno al Festival di Cannes, il film e’ uscito in Italia a ottobre distribuito da Medusa, poi, con successo, anche in Olanda e Belgio, sara’ tra pochi giorni nelle sale del Regno Unito e a settembre in quelle francesi. Il libro omonimo di Nicolo’ Ammaniti, che firma anche la sceneggiatura insieme a Umberto Contarello e Francesca Marciano, e con il regista – ha offerto a Bertolucci la possibilita’ di ”fare film da una posizione diversa da quella usuale: seduto piuttosto che in piedi”, come ha raccontato entusiasta dicendo subito: ”Ora mi sento di nuovo in corsa e pronto per dirigerne un altro prima possibile”. ”Io e te”, ”piccolo grande film della rinascita” com’e’ stato definito all’uscita, e’ anche il film con cui Bertolucci e’ tornato a girare in Italia: ”Erano 30 anni che non facevo un film in Italia” aveva detto a Cannes, ”e non vedevo l’ora di sentire la lingua italiana in un mio film, interpretato da attori italiani e girato in Italia”. Come sempre, ad interpretarlo, Bertolucci ha voluto attori esordienti: Tea Falco e Iacopo Olmo Antinori sono diventati subito un’icona del film mentre ballano insieme, stretti in un abbraccio, sulle note di ‘Ragazzo solo, ragazza sola’ di David Bowie.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Venticinque milioni in più per il tax credit per il cinema. Il ministro Franceschini: uno strumento di sostegno che sta conoscendo un successo straordinario

Dalle serie tv, agli spettacoli comici passando per le produzioni made in Italy. Conto alla rovescia per l’arrivo di Netflix nel nostro paese

Dalla revisione di tax credit e quote di partecipazione, al nuovo modello per la negoziazione dei diritti. Governo al lavoro per il rilancio del settore audiovisivo