TV: SKY, GLI ASCOLTI SATELLITARI

ROMA (ITALPRESS) – Ieri, sabato 20 aprile, 10.546.448 spettatori unici hanno seguito i canali della piattaforma Sky. Nell’intera giornata, i canali della piattaforma Sky hanno raccolto uno share medio dell’ 8,4% (11,7% se si considera il target commerciale 15-54 anni). In prime time, tra le 21 e le 23, l’audience media dei canali Sky e’ stata di 2.126.764 spettatori con l’8,3% di share (10,8% se si considera il target commerciale 15-54 anni). Tra le 9 e mezzogiorno, lo share dei canali della piattaforma Sky e’ stato dell’8,7%. Tra le 15 e le 18, lo share dei canali della piattaforma Sky invece e’ stato del 9,5%. Nella fascia preserale, tra le 18 e le 21, i canali Sky hanno registrato uno share dell’8%, mentre in seconda serata, tra le 23 e le due di notte, lo share raccolto dai canali della piattaforma Sky e’ stato dell’8,1%(10,1% se si considera il target commerciale 15-54 anni). Ieri, nella giornata del rinnovo del mandato presidenziale a Giorgio Napolitano, le news di Sky TG24 e Sky Meteo24 hanno raccolto 4.121.450 spettatori unici, con una media di 270.661 spettatori tra le 11.30 e le 20.30 circa. Per lo Sport, in evidenza la Formula 1, con il Gran Premio del Bahrain del Mondiale 2013: nella giornata della terza e ultima sessione delle prove libere e delle qualifiche, sono stati 1.416.434 gli spettatori unici* che si sono sintonizzati su Sky Sport F1 HD. In particolare, la diretta delle qualifiche, in onda dalle 13 circa, e’ stata seguita da 298.544 spettatori medi. Nel complesso, sono stati 529.088 gli spettatori medi e 1.096.646 gli spettatori unici che hanno seguito, sempre su Sky Sport F1 HD, la diretta e le tre differite delle qualifiche in onda nel corso della giornata.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi