LA7: SCORSA SETTIMANA 6% DI SHARE, IERI TG 6,18%

(AGI) – Roma, 22 apr. – Nella scorsa settimana, La7 ha raggiunto il miglior risultato di sempre con il 6,00% di share media, oltre 787mila telespettatori ed oltre 14 milioni di contatti medi ogni giorno. Sempre nella stessa settimana il circuito web ha fatto registrare 614 mila browser unici e 3,9 milioni di pagine viste. Ieri, il TgLa7 delle 20:00 ha realizzato il 6,18% di share media con oltre 1,5 milioni di telespettatori e quasi 2,9 milione di contatti; il notiziario ha toccato un picco di oltre 1,8 milioni di telespettatori pari al 7,28% di share (alle 20:12). In access prime In Onda con Nicola Porro e Luca Telese ha registrato il 3,71% di share media con quasi 1,1 milione di telespettatori e oltre 3 milioni di contatti. In prime time, il film La Duchessa ha ottenuto il 4% di share con quasi 1,1 milioni di telespettatori e più di 4,2 milioni di contatti; il film ha toccato picchi di oltre 1,4 milioni di telespettatori e del 5,91% di share. In mattinata Omnibus ha raggiunto il 5,63% di share media con oltre 3 milioni di contatti e un picco di massimo ascolto del 7,68% di share (alle 09:07). Lo Speciale TgLa7 ha sfiorato il 3% di share (2,99%) con più di 3,8 milioni di contatti e un picco del 4,31% di share (alle 16:49). Il telefilm L?Ispettore Barnaby ha registrato il 3,89% di share media con oltre 2,2 milioni di contatti. Nella giornata di ieri il Network La7 (La7 e La7d) ha ottenuto il 3,96% di share media nel totale giornata con oltre 16 milioni di contatti nelle 24 ore. Nell?access prime time allargato de La7 (TgLa7 delle 20 e In Onda) la Rete ha realizzato il 4,57% di share con più di 1,1 milioni di telespettatori e quasi 4,6 milioni di contatti.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi