UNIVERSITA’:EDITORI A STUDENTI,CREATE SLOGAN IN PALIO RETTA

AL VIA DA OGGI CONCORSO IN VISTA CAMPAGNA SU VALORE DEI LIBRI

(ANSA) – ROMA, 23 APR – E’ con lo slogan di Alessandro Bergonzoni che si apre ufficialmente oggi la nuova edizione di é-book, il concorso per gli studenti universitari promosso dall’Associazione Italiana Editori (Aie) con il coinvolgimento di tutto il mondo universitario (Conferenza dei Rettori, Consiglio Universitario Nazionale, Agenzia di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca) e con il supporto dell’Associazione italiana dei Comunicatori d’Università  (Aicun), in occasione del Maggio dei Libri. Quest’anno la sfida ai ragazzi è diventare i protagonisti di una campagna che gli editori lanceranno, all’inizio di settembre, negli atenei italiani, per valorizzare i libri universitari. I ragazzi dovranno trasformarsi in copy e creare, in cinquanta caratteri, uno slogan sul tema “All’università  i libri li compro perché”, compilando, sul sito www.aie.it, un questionario sull’uso delle tecnologie nello studio e sul loro rapporto con lo studio e i libri universitari. L’iniziativa è riservata agli studenti universitari dei vari livelli (trienni, bienni, master ecc.), fino a 30 anni compiuti, e si concluderà  il 23 maggio. I vincitori saranno resi noti il 14 giugno. Il concorso mette in palio 5 premi da 2000 euro ciascuno come contributo alle retta universitaria (2012/2013), o duemila euro in libri o ebook. I buoni saranno personali e spendibili in qualsiasi libreria italiana, incluse quelle online. Un’opportunità  per il futuro, se si considera – fa notare l’Aie in una nota – che circa uno studente universitario su quattro (il 23,7% per la precisione, secondo Istat) non legge neanche un libro non scolastico in un anno. E che è ben il 31% dei liberi professionisti, imprenditori, dirigenti e il 33,7% dei quadri direttivi e impiegati a non farlo mai nei dodici mesi precedenti. “Questo concorso – spiega la presidente del Gruppo Accademico professionale di Aie Mirka Daniela Giacoletto Papas – diventa così un’occasione seria per coinvolgere gli studenti universitari e puntare i riflettori proprio sul loro futuro: libro, lettura, apprendimento sono gli strumenti per affrontare la vita, sono il vantaggio competitivo per posizionarsi nel mondo”. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari