Trombetta ha la ricetta

“Il lavoro dell’editore ha uno straordinario futuro, ma sono necessarie figure professionali e competenze adatte a una situazione sempre più complessa”, racconta Eugenio Trombetta Panigadi che, dopo aver riorganizzato Piemme e Sperling & Kupfer, lancia il nuovo marchio di tascabili Pickwick.

“Vuole sapere cosa distinguerà  l’editore in futuro? La capacità  di sostenere la sua attività  con il massimo della levatura editoriale e tecnica, di dare visibilità  ai libri nel mare magnum dell’offerta digitale, di promuoverli e commercializzarli al meglio sia nei canali tradizionali sia in quelli digitali. È per questo futuro che ci stiamo attrezzando”. Dalle finestre del suo luminoso ufficio Eugenio Trombetta Panigadi può far scorrere lo sguardo sui tetti della vecchia Milano di Porta Volta, da un lato, e sui recentissimi svettanti grattacieli di Porta Nuova dall’altro. Buona metafora di quello che considera l’attuale condizione dell’editore: un piede ben saldo nel mercato tradizionale e l’altro già  nel nascente mercato digitale. Per Piemme e Sperling & Kupfer, le case editrici di cui è amministratore delegato, il futuro di cui parla comincia proprio da questa nuova e bella sede in corso Como, una casa comune che le due aziende abitano dall’agosto dello scorso anno.

L’articolo integrale è sul mensile ‘Prima Comunicazione’ n. 438 – Aprile 2013

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’ è in edicola con ‘Prima Comunicazione’. La guida festeggia 30 anni e lancia il progetto W l’Italia