I Mux come pozzi di petrolio

“Ha fatto bene Telecom Italia a non vendere i Mux”, dice Nicola D’Angelo. “Le frequenze sono un asset e acquisteranno valore nel tempo, perché sono la benzina della comunicazione mobile. L’asta andava fatta cinque anni fa; ora ci vuole una revisione complessiva del sistema”.

Senza più La7 e La7d cedute a Urbano Cairo, TI Media riprende la sua strada in solitaria e ha riorganizzato le sue due controllate Telecom Italia Media Broadcasting (Timb) e Mtv di cui sono stati rinnovati i consigli di amministrazione e le cariche sociali. Severino Salvemini, presidente anche di TI Media, è stato nominato presidente di Timb al posto di Piero Vigorelli, arrivato alla scadenza del mandato triennale, mentre Paolo Ballerani è stato confermato amministratore delegato. Alla presidenza di Mtv è salito, parallelamente, Marco Ghigliani, rimasto ad di La7 e La7d, che sostituisce Antonio Campo Dall’Orto. Gian Paolo Tagliavia, invece, mantiene il ruolo di amministratore delegato di Mtv e assume la presidenza di Mtv Pubblicità .

L’articolo integrale è sul mensile ‘Prima Comunicazione’ n. 438 – Aprile 2013

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’ è in edicola con ‘Prima Comunicazione’. La guida festeggia 30 anni e lancia il progetto W l’Italia