ELEZIONI: CONFALONIERI, TV E’ DEMOCRATICA, NON DETERMINA ESITO

(AGI) – Cologno Monzese, 24 apr. – La televisione “e’ uno dei piu’ importanti luoghi del confronto democratico, un posto dove ci si mette la faccia” e al contrario della rete “non vi e’ anonimato e delazione”. Lo ha affermato il presidente di Mediaset, Fedele Confalonieri, difendendo il ruolo della tv nella vita pubblica, nel corso dell’assemblea del gruppo. “Da decenni sento dire che la tv determina il risultato delle elezioni in Italia – attacca – non mi dilungo a esaminare il tema, ricordo solo che ci tocca convivere con la legge della par condicio. Ma mentre a Mediaset e in Rai si facevano misurazioni ossessive dei tempi dedicati ai politici, sulla rete si selezionava di fatto la nuova classe dirigente italiana con un’esaltazione della demcorazia diretta che crea condivisibili inquietudini nei veri estimatori della democrazia”. Confalonieri apprezza quindi le parole del presidente della Repubblica Napolitano a difesa del ruolo dei partiti nella democrazia, “sono un richiamo potente al rispetto della prassi repubblicana e della nostra carta costituzionale”. A differenza della rete, conclude, in televisione “ci si assume la responsabilita’ di cio’ che si dice, e il pluralismo magari non e’ sempre perfetto, ma e’ sempre un obiettivo e un valore al quale tendere”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi