TWITTER LAVORA A SISTEMA DI AUTENTICAZIONE “DOPPIO”

TWITTER LAVORA A SISTEMA DI AUTENTICAZIONE “DOPPIO”
SECONDO WIRED SOLUZIONE ‘PASSWORD PIU’ CODICE’ IN FASE DI TEST
ROMA
(ANSA) – ROMA, 24 APR – Un sistema “doppio” di autenticazione per Twitter che, oltre a ‘nome utente’ e password, preveda l’inserimento di un altro codice, generato al momento e inviato a dispositivo registrato, per prevenire intrusioni nel proprio account. E’ questo il meccanismo al quale starebbe lavorando la piattaforma di microblog secondo quanto riportato da Wired. Una misura, spiega il magazine, che sarebbe nella fase di test interno e che punta a ridurre furti di account come quello accaduto ieri con l’AP. La soluzione di sicurezza sarebbe già  al vaglio degli ingegneri di Twitter, scrive Wired, e sarebbe in fase di sperimentazione prima di un eventuale disponibilità  per tutti gli utenti. Oltre a login col proprio nome utente e la password, il sistema prevedrebbe l’inserimento di un codice inviato a un dispositivo precedentemente indicato (il cellulare ad esempio) qualora si effettuasse l’accesso a Twitter da una location diversa da quella usuale. Twitter, osserva Wired, a febbraio aveva pubblicato un’inserzione di lavoro per cercare ingegneri che lavorassero a questo tipo di soluzioni per la sicurezza. L’ultimo, clamoroso, caso di furto di identità  sui social network ieri: l’account dell’Associated Press è stato violato e hacker hanno pubblicato un tweet con la notizia di esplosioni alla Casa Bianca che avrebbero coinvolto il presidente Obama. Lancio ‘bufala’ che però ha seminato il panico per qualche momento, con tanto di brusca frenata di Wall Street. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Le dirette video di Facebook disponibili a tutti gli utenti. In Italia le stanno già sperimentando

Per cercare di superare la crisi l’ad di Twitter licenzia quattro dirigenti