I quotidiani più bravi su Facebook e Twitter

In che modo i quotidiani italiani gestiscono i social media? E come interagiscono con i lettori? Risponde una ricerca di BlogMeter presentata durante il Festival del Giornalismo di Perugia il 25 aprile 2013, realizzata sulla base di 56 pagine Facebook e 38 account Twitter delle maggiori testate nazionali nei primi tre mesi del 2013.

Le performance su Facebook sono riassunte nella engagement map che mostra il posizionamento secondo il numero dei fan (ascisse), il total engagement come somma di like, commenti, condivisioni, post spontanei in bacheca (ordinate), il numero di post scritti (ampiezza della bolla). Il quadrante dei leader è occupato da La Repubblica, Il Fatto Quotidiano, Fanpage.it (la testata all digital che raccoglie più fan di tutti), Leggo (al terzo posto per numero di condivisioni e commenti suscitati). Seguono a distanza il Corriere della Sera e La Gazzetta dello Sport.

La Repubblica stacca tutti per quantità  di interazioni: sono circa 5 milioni quelle suscitate in 3 mesi, mentre il Fatto Quotidiano si ferma a 2 milioni. Promettente la posizione de Il Messaggero, Il Giornale, Libero, The Huffington Post, che riescono a coinvolgere i propri lettori pur non avendone un numero superiore alla media. Purtroppo la maggior parte delle testate ricade nel quadrante dei laggards (non visualizzati per consentire una migliore lettura del grafico) coloro che sono in forte ritardo sia in termini di fan che di coinvolgimento.

Su Twitter i meglio posizionati in termini di follower e di mention (RT, Reply e citazioni spontanee ricevute) sono La Repubblica (con oltre 800.000 follower e circa 207.000 menzioni in 3 mesi), Il Corriere della sera, Il Fatto Quotidiano, La Stampa, Il Sole 24 Ore, La Gazzetta dello Sport e Il Post. Con un numero di citazioni superiori alla media del settore anche Linkiesta e Fanpage.it. Anche qui la maggior parte delle testate risulta in ritardo nell’uso del mezzo. I giornali più grandi tendono ad usare più account tematici verticali e a sfruttare la notorietà  dei giornalisti per socializzare le notizie. Paga la pratica del live twitting e l’uso degli hashtag in occasione di eventi quali le elezioni e Sanremo.

– Giornali su Facebook e Twitter (.docx)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Classifica dell’informazione online a giugno: Repubblica sempre in testa, Citynews secondo, TgCom24 terzo. Dati comScore

Cresce il peso del digitale sui bilanci degli editori. Fipp: Nyt il giornale con più abbonati; Wsj quello più caro

Agcom, osservatorio media 1° trimestre: quotidiani in calo (-8,2%); tv maluccio Rai e Mediaset, cresce La7; boom social di Instagram