FESTIVAL GIORNALISMO: CHIUSA IERI EDIZIONE DA RECORD

CON 200 EVENTI E OLTRE 500 RELATORI

(ANSA) – PERUGIA, 29 APR – Edizione da record e una promozione senza precedenti per la città  di Perugia: è l’istantanea che della settima edizione del Festival internazionale del giornalismo (terminata ieri sera dopo cinque giorni con più di 200 eventi ed oltre 500 relatori), hanno tracciato stamani gli organizzatori, in una conferenza stampa, con la fondatrice, Arianna Ciccone, e Christopher Potter. I giornalisti accreditati sono stati 1.500, 30 i workshop, 18 le presentazioni, oltre 120 mila le visite al sito internet con 700 mila pagine visitate in totale e 20 mila gli accessi giornalieri per i video della web tv (molti dei quali, per il primo anno, in diretta streaming). E, ancora, con più di 50 mila tweet in 5 giorni, il Festival è stato costantemente tra i trending topic di Twitter, in aumento rispetto alla scorsa edizione, dominando la conversazione on line. Nella giornata conclusiva #ijf13 è stato l’hashtag più citato d’Italia insieme a #Perugia. Più di 9.184 commentatori e 43.966 contributi solo su Twitter, tutti i principali argomenti che coprono il giornalismo, i modelli di business, la granularità  delle fonti, la loro autorevolezza sono stati oggetto di conversazioni e commenti. Elevatissimo il livello delle interazioni con oltre 20 mila retweet [47% del totale] e 4141 replies. Hanno lavorato alla settima edizione del Festival più di 200 volontari, giovani aspiranti giornalisti, e non solo, arrivati da ogni parte del mondo. L’assessore alla Cultura del Comune di Perugia, Andrea Cernicchi, ha ribadito che “il Festival porta il mondo a Perugia, è un evento originale, unico nel suo genere ed è ormai un reale patrimonio culturale da tutelare con tutte le forze”. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari