Comunicazione, Editoria

02 maggio 2013 | 14:05

Arte/ Una mostra inaugura il primo ‘Milano Manga Festival’

Alla Rotonda della Besana l’esposizione sul fumetto giapponese

Milano, 2 mag. (TMNews) – È stata presentata oggi alla Rotonda di via Besana di Milano la mostra “200 anni di arte Manga”, che aprirà  la prima edizione del ‘Milano Manga Festival’, in programma dal 3 maggio al 21 luglio negli spazi della Rotonda e presso il ‘Wow’ Spazio Fumetto.
L’esposizione, curata da Isao Shimizu, riunisce per la prima volta quasi 500 tavole – originali e copie – di oltre 350 artisti. Il progetto, frutto di anni di lavoro, ha coinvolto manga-ka, esperti del settore e oltre 20 tra le più importanti case editrici giapponesi ed è stato ideato e realizzato da Adk in collaborazione con l’Associazione culturale Giappone in Italia e con il patrocinio del Consolato generale del Giappone in Italia.”Milano accoglie con entusiasmo la prima edizione del Manga Festival, fra la nostra città  e il Giappone c`è da lungo tempo un rapporto intenso, frutto non solo del gemellaggio con Osaka, ma anche del grande interesse sempre manifestato dai milanesi per le diverse espressioni della cultura nipponica” ha dichiarato l’assessore alla Cultura del Comune di Milano Filippo Del Corno, sottolineando che “oggi questo rapporto si arricchisce ancor di più, perché Milano inaugura, con questo primo Festival dedicato all`arte Manga, una collaborazione importante che si inserisce nei numerosi progetti in vista di Expo 2015, proponendo ai milanesi una mostra antologica straordinaria: il progetto espositivo offre infatti una pluralità  di prospettive su questa antica arte, che si colloca al crocevia tra cultura, storia e società  e offre la possibilità  di osservarne l`evoluzione e la diffusione in tutto il mondo”.
Partendo dal “Manga di Hokusai” (1814) – l’opera formata da 15 volumi in cui compaiono oltre quattromila personaggi e a cui si deve la diffusione del termine “Manga” – la mostra ripercorre lo sviluppo di questa arte negli ultimi due secoli, divenuta una delle più rappresentative della cultura giapponese contemporanea.
L’esposizione prevede un percorso cronologico suddiviso in sei tappe – il Dna del Manga, dall’adulto al bambino, il Dio del Manga (Tezuka Osamu), l’età  delle riviste, l’età  dell`oro, la svolta multimediale – che illustreranno l’evoluzione del genere nel tempo.
Il Milano Manga Festival “occuperà ” anche Wow Spazio Fumetto di viale Campania, che sarà  sede di una serie di eventi collaterali che daranno vita al vero e proprio Festival: corsi, workshop, incontri con gli autori e conferenze con esperti provenienti dal Giappone, ma anche italiani, oltre a un`ampia selezione di Manga in italiano a disposizione presso la biblioteca del Museo. Dal 15 maggio al 15 giugno, poi, Wow Spazio Fumetto ospiterà  una mostra speciale sulla migliore autoproduzione di narrativa visuale nipponica, i dà´jinshi, i Manga indipendenti che segnano il confine con le culture e le arti d`avanguardia.
La mostra, a ingresso gratuito, getterà  uno sguardo sul futuro della centenaria arte del Manga.