New media, TLC

02 maggio 2013 | 14:08

TLC: FRANCE TELECOM CONTRO GOVERNO, BLOCCATO SHOPPING YAHOO

MINISTRO MANTEBOURG IN PRIMA LINEA PER DIFESA INTERESSE FRANCIA

(ANSA) – PARIGI, 2 MAG – Nuove tentazioni protezionistiche in Francia. Il numero uno del gruppo France Telecom/Orange, Stephane Richard, ha criticato oggi l’intervento a gamba tesa dello Stato francese, che ha impedito la vendita del sito di video on-line Dailymotion al colosso americano Yahoo!, per difendere “l’interesse della Francia”. Nei giorni scorsi, il ministro per il Rilancio Produttivo, Arnaud Montebourg – strenuo sostenitore del ‘Made in France’, già  criticato in passato per aver ipotizzato di nazionalizzare le acciaierie di Florange per salvarle dalla crisi – è salito in prima linea per fare in modo che Dailymotion, gioiello del web transalpino, restasse francese, giustificando la sua azione con il fatto che lo Stato possiede il 27% di France Telecom, a sua volta proprietaria di Dailymotion. Un atteggiamento che è stato oggetto di dure critiche, in particolare, da parte di Stephane Richard. “Dailymotion è una filiale di Orange e non dello Stato. Spetta al gruppo, alla direzione, al consiglio d’amministrazione gestire il dossier”, afferma il numero uno di France Telecom/Orange in un’intervista al quotidiano Les Echos, facendo in questo modo valere l’indipendenza del gruppo rispetto al ruolo ingombrante dell’azionista pubblico. (ANSA)