Google/ Motore ricerca sostituisce “Territori” con “Palestina”

Ministero esteri israeliano deplora decisione
Gerusalemme, 3 mag. (TMNews) – Il motore di ricerca Google ha sostituito la definizione “Territorio palestinese” con “Palestina” sulla sua pagina palestinese “www.google.ps”, una modifica dovuta al riconoscimento dello status della Palestina come Stato osservatore alle Nazioni Unite. Il cambiamento è avvenuto il 1 maggio, ha precisato un portavoce di Google, Nathan Tyler, in un comunicato. “Cambiamo il nome ‘Territori palestinesi’ in ‘Palestina’ in tutti i nostri prodotti. Per attribuire i nomi dei Paesi consultiamo una serie di fonti e di autorità . In questo caso ci atteniamo all’Onu, all’Icann (garante dei nomi per i domini internet) e all’Iso (Organizzazione internazionale per la Standardizzazione) oltre ad altre organizzazioni internazionali”, ha spiegato il portavoce. Il ministero israeliano degli Esteri ha deplorato la decisione. Il 29 novembre 2012 l’Assemblea generale dell’Onu ha accordato alla Palestina lo status di “Stato osservatore” in seno alle Nazioni Unite, dove fino a quel momento sedeva come stato “osservatore”, con un voto che ha visto 138 stati a favore, 9 contrari, 41 astenuti.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Le dirette video di Facebook disponibili a tutti gli utenti. In Italia le stanno già sperimentando

Per cercare di superare la crisi l’ad di Twitter licenzia quattro dirigenti