TLC

06 maggio 2013 | 16:44

VODAFONE: FIRMATO ACCORDO ESUBERI, MOBILITA’ E SOLIDARIETA’

USCITE SARANNO VOLONTARIE E INCENTIVATE, UNA TANTUM DI 1000 EURO

(ANSA) – ROMA, 6 MAG – Vodafone Italia, i sindcati delle tlc e il Coordinamento nazionale delle Rsu hanno ratificato, presso il Ministero del Lavoro, l’accordo sui 700 esuberi. Ne dà  notizia un comunicato. L’accordo si basa su alcuni strumenti “volti a ridurre l’impatto sociale derivante dalla necessità  di adeguare l’organizzazione al nuovo contesto”. Tra questi, mobilità  volontaria e incentivata, solidarietà , part time. L’azienda riconoscerà  un contribuito di 1000 euro sotto forma di una tantum per l’anno che si è appena concluso. Tra le novità  dell’accordo, anche la parte che prevede l’introduzione, per la prima volta nel settore delle tlc, da parte dell’azienda, della possibilità  di valorizzare il premio di risultato con la scelta di innovativi strumenti di welfare aziendale, come servizi sanitari, previdenza integrativa, istruzione. La trattativa, sottolinea la nota, “ha avuto come obiettivo l’individuazione di un equilibrato bilanciamento tra esigenze dell’azienda e soluzioni sostenibili per le persone, in un difficile contesto di mercato determinato dalla crisi macroeconomica, dalla forte pressione competitiva, dal drastico calo dei prezzi, e dagli interventi regolatori. Fattori che stanno influenzando in modo molto critico l’andamento del settore delle telecomunicazioni”. Nella nota si parla anche di “dialogo intenso e costruttivo con il Sindacato”, che “é stato guidato dalla reciproca volontà  di trovare soluzioni non traumatiche, attraverso il ricorso a strumenti socialmente sostenibili per le persone e per l’azienda”. Oltre alla mobilità  e ai contratti di solidarietà  per alcune funzioni, tra gli strumenti indicati ci sono anche l’eventuale ricollocazione presso partner, il ricorso a contratti di solidarietà  in alcune funzioni, la possibile ricollocazione interna, anche attraverso inquadramento a livello immediatamente inferiore. L’azienda ha anche messo a disposizione un piano di incentivi che si declinano a seconda degli strumenti e della scelta dei tempi e delle modalità . Verrà  inoltre mantenuto l’assetto organizzativo derivante dall’accordo per i prossimi tre anni. E’ stata infine raggiunta un’intesa per riequilibrare il profilo economico e normativo di alcuni istituti con l’obiettivo di contribuire alla sostenibilità  e competitività  di Vodafone: parziale assorbimento degli aumenti previsti dal rinnovo del contratto nazionale, secondo una logica di progressività  in funzione del superminimo individuale; premio di risultato; fruizione ferie e permessi. “L’accordo – conclude la nota – pone le basi per il piano di trasformazione e rilancio dell’azienda, della sua competitività  sul mercato e sostenibilità  futura. Un modello operativo più agile e di maggiore focalizzazione organizzativa e di business, indispensabile per continuare ad investire sugli elementi di differenziazione, a partire dalla Rete e dal Servizio al Cliente, e proseguire la strategia di investimenti in Italia”.