Televisione

08 maggio 2013 | 10:14

TV:MEDIASET PUNTA SUL FREE,PARTE TOPCRIME E 15 PRODUZIONI

PS BERLUSCONI,ANNI FA TRA I PRIMI A CREDERCI ORA RILANCIAMO

di Marisa Alagia (ANSA) – COLOGNO MONZESE (MILANO), 7 MAG – Nel 2009 conquistavano solo il 10,3% degli ascolti. Quattro anni dopo ne controllano il 25,3%. Un potenziale ancora tutto da scoprire quello dei canali tematici digitali che negli anni hanno rosicchiato man mano spettatori alle tv generaliste (controllo ascolti dall’81,5% al 66,2%) e contro i quali si è in qualche modo arenata la crescita delle pay. “Siamo stati tra i primi a capirlo e molto coraggiosi a farlo – ha detto oggi il vicepresidente Mediaset Pier Silvio Berlusconi – e ora abbiamo deciso di investire in questo settore, confortati anche dai dati della raccolta pubblicitaria che nei primi 4 mesi del 2013 parlano di aumento a 2 cifre per i canali free”. Da giugno parte quindi un nuovo canale tematico TopCrime che si aggiunge ai 6 già  esistenti in casa Mediaset (La 5, Extra, Italia 2,Iris, Boeing e Cartoonito). Sarà  il contenitore dedicato a poliziesco, a giallo, a thriller, spy, giudiziario. Ma non è l’unica novità . Saranno potenziati anche i canali La 5 e Italia 2, con produzioni originali o autoprodotte (una quindicina per cominciare), rafforzando il carattere dei due nuovi canali. Il primo avrà  sempre più come riferimento il pubblico giovane femminile, mentre il secondo continuerà  la conquista degli appassionati di musica, eventi sportivi (tranne il calcio), web, social e serie tv. L’obiettivo è quello di portare gli ascolti della free Mediaset dal 6 all’8%. “Il sistema televisivo Mediaset si va differenziando tra tv generaliste, pay, free e gli altri mezzi di fruizione – ha detto Pier Silvio Berlusconi – La pay tv si caratterizzerà  sempre di più per due aspetti: i grandi eventi sportivi e in diretta e l’offerta on demand”. Per la presentazione negli studia Mediaset a Cologno Monzese Pier Silvio Berlusconi ha chiamato a raccolta tutti i suoi direttori, che sono al comando non solo delle tre reti generaliste, ma anche dei canali free a quelle in qualche modo collegate. La strategia va tuttavia verso la strada di smarcare però sempre più il gruppo delle prime dalle seconde. Quindi non solo sit com tutte nuove, ma anche programmi affidati a volti Mediaset, come Silvia Toffanin o Alessia Marcuzzi. Intanto si preparano nuovi progetti. Il vicepresidente Mediaset ha anticipato che entro fine anno dovrebbe partire un nuovo canale sul digitale a pagamento, ma sotto forme diverse da quello dell’abbonamento. Un’offerta che dovrebbe consentire di pescare nel magazzino Mediaset film e telefilm, quando si vuole e soprattutto da guardare dove si vuole.(ANSA).