Editoria/ Boldrini: I giornalisti sono presidio di legalità 

Perorerò la causa dell’equo compenso
Napoli, 13 mag. (TMNews) – I giornalisti sono un “presidio di legalità ” soprattutto quando sono precari e occorre che questi siano retribuiti “dignitosamente”. A sottolinearlo il presidente della camera, Laura Boldrini parlando alla Città  della scienza di Napoli con una delegazione di ‘Radio Siani’ e di giornalisti precari della Campania.
“I giornalisti, tanto più precari, svolgono un ruolo essenziale per la democrazia e spesso sono anche sotto scacco. Mi sento di dire – ha aggiunto – di ‘non mollare’ perché anche voi, insieme agli insegnati dei quartieri difficili, siete un presidio di legalità  e la legalità  si afferma attraverso l’informazione libera”. Riferendosi poi ai magri compensi, principalmente dei precari, Boldrini ha rassicurato: “Perorerò la causa dell’equo compenso perché – ha concluso Boldrini – tutti hanno diritto di essere retribuiti dignitosamente”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari