Comunicazione, Editoria, Pubblicità 

14 maggio 2013 | 15:04

Rcs: raccolta pubblicita’ prevista in contrazione anche in 2013

MILANO (MF-DJ)–Il contesto macroeconomico italiano e spagnolo e’ caratterizzato da una persistente fase recessiva, proseguita anche nella seconda meta’ del 2012 e nel primo trimestre 2013. In particolare, i ricavi pubblicitari di Rcs, in relazione alle dinamiche macroeconomiche e nonostante l’andamento nell’insieme positivo della raccolta pubblicitaria on-line, risulteranno nel loro complesso in contrazione anche per il 2013.
Le diffusioni, precisa una nota, in contrazione anche per il 2013, continueranno a confrontarsi con la fase di evoluzione del modello di business. Rcs prevede che la forte accelerazione dei progetti cross-mediali e digitali consentira’ di mitigare la flessione del prodotto cartaceo. I ricavi dell’area Libri, escludendo le opere collezionabili, evidenzieranno dopo una fase di contrazione delle vendite, una successiva possibile fase di stabilizzazione per l’esercizio 2013. Il contributo multimediale dell’area Libri, sempre in forte crescita, risultera’ ancora modesto in termini assoluti.
In assenza di eventi allo stato non prevedibili e ferma restando la preoccupazione derivante dall’aggravarsi delle condizioni del contesto macroeconomico e delle correlate difficolta’ a stimarne la futura evoluzione, Rcs prevede per l’esercizio 2013 ricavi in diminuzione (a singola cifra percentuale), un Ebitda ante oneri non ricorrenti positivo e inferiore al 3% dei ricavi e, anche per effetto degli oneri correlati al processo di ristrutturazione in corso gia’ in massima parte recepiti nel primo trimestre, un risultato netto significativamente negativo.

L’indebitamento del gruppo a seguito dell’aumento di capitale previsto e delle previste cessioni di attivita’ non core
presentera’ un decremento. Gli oneri finanziari, che beneficeranno della minore esposizione verso il sistema bancario dal
secondo semestre dell’anno in corso, risentiranno dell’aumento dello spread conseguente alla rinegoziazione del debito.