Cisco/ I conti del terzo trimestre superano le attese

Premiato il tentativo di diversificazione del gruppo

New York, 16 mag. (TMNews) – Il terzo trimestre fiscale di Cisco Systems ha sorpreso non solo gli analisti, ma anche la stessa azienda: utili e ricavi hanno infatti superato le attese, motivo per cui il titolo è balzato nel mercato serale a Wall Street. In attesa dei conti, arrivati a mercati chiusi, il titolo Cisco ha ceduto lo 0,28% a 21,21 dollari. Nell’after-hours ha guadagnato circa l’8,44%.
Nel periodo terminato lo scorso 27 aprile, il più grande fornitore al mondo di router internet ha registrato utili per 2,48 miliardi di dollari, in aumento dai 2,17 miliardi dello stesso periodo dell’anno prima. In termini di utile per azione, il risultato è arrivato a 46 centesimi da 40. Al netto di voci straordinarie, il dato ha raggiunto quota a 51 centesimi da 48.
Gli analisti si aspettavano quota 49 centesimi, mentre la società  aveva previsto a febbraio un dato compreso tra i 48 e i 50 centesimi.
I ricavi sono saliti del 5,4% a 12,22 miliardi di dollari. Il mercato si aspettava quota 12,18 miliardi, mentre Cisco aveva anticipato un dato in crescita del 4-6%. Nel dettaglio, le vendite nel segmento prodotti – quello più redditizio – sono aumentate del 5%, mentre quelle nella divisione servizi hanno registrato un +7,1%.
Il gruppo ha sofferto nell’ultimo anno per clienti aziendali e governativi che hanno stretto la cinghia e per i prezzi in calo delle attrezzature di centri di raccolta dati. Il gruppo ha risposto con una diversificazione delle fonti di ricavi e una focalizzazione maggiore su software e servizi redditizi. La trasformazione di Cisco è volta a trasformare la società  da un semplice fornitore di attrezzature di rete a un gruppo IT.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Le dirette video di Facebook disponibili a tutti gli utenti. In Italia le stanno già sperimentando

Per cercare di superare la crisi l’ad di Twitter licenzia quattro dirigenti