Editoria

17 maggio 2013 | 11:02

I libri per bambini salvano il mercato: l’indagine Nielsen per Aie

Boom dell’editoria per ragazzi, unico segmento positivo nel primo quadrimestre del 2013 (+4% a valore nei canali trade, +6% a volume), periodo in cui il mercato nel suo complesso fa segnare un -4,4% a valore e un -0,7% a copie. Lo dice l’indagine Nielsen presentata il 17 maggio 2013 nell’ambito del convegno ‘Scene di paesaggio all’uscita dal tunnel. Editori e canali di vendita con lo sguardo puntato al di là  della crisi’, organizzato dall’Associazione Italiana Editori (Aie) in collaborazione con il Salone internazionale del libro di Torino.

In particolare, durante i primi quattro mesi dell’anno si sono venduti nei canali trade oltre 27.800.000 copie libri, poco meno rispetto all’anno precedente (erano 28.015.000). Significativa è però la differenza di fatturato: 346 milioni di euro in questo primo quadrimestre del 2013, contro i 362 milioni di euro del corrispondente periodo del 2012.
A segnare la maggiore crescita fra i canali di vendita del libro nel 2013 è l’online, che passa dal 5,5% del 2012 al 6,3% del 2013 (escluso Amazon), un aumento sia a copie che a valore.

Per quanto riguarda i settori, registra un segno positivo solo quello dei ragazzi: è proprio la fascia dei più piccoli (cioè quella delle giovani famiglie che stanno investendo sul futuro dei propri figli), quella da zero a cinque anni, a far crescere il segmento. Perde invece il -10,7% a valore la non fiction pratica (guide cucina, viaggi, lifestyle, ecc.) e il -8,7% la non fiction specialistica (testi di management, computer, professionale, ecc.). Più contenuto il calo per fiction (-3,7%) e non fiction generale (saggistica, -1,9%).

La ricerca integrale completa di grafici e tabelle si trova a questo link e nel documento in allegato.

- Il mercato del libro in Italia (.pdf)