Editoria

21 maggio 2013 | 10:12

BORSA: Milano negativa, in rosso Mediaset

MILANO (MF-DJ)–Milano negativa, con il Ftse Mib che cede lo 0,67% a 17.389 punti, in una giornata priva di particolari spunti. “Per il nostro indice assistiamo ad una fase di consolidamento all’interno del movimento rialzista di breve-medio termine”, ha affermato un analista contattato da MF-Dowjones, aggiungendo che “e’ da monitorare il supporto posto a quota 17.100 punti che rappresenta a mio avviso un’occasione di acquisto e la resistenza a quota 17.650-17.800 punti”. L’esperto ha poi evidenziato che “gli investitori attendono il discorso di domani del governatore della Federal Reserve, Ben Bernanke, e della pubblicazione delle minute del Fomc per comprendere il futuro orientamento della politica monetaria della Fed”. In rosso Mediaset (-4,17% a 2,392 euro) con Bernstein che ha ridotto la raccomandazione su Mediaset da market perform ad underperform, con target price che sale da 1,2 a 1,65 euro. Acquisti su B.Unicem (+4,53% a 12,47 euro). Ubs ha alzato il rating di da neutral a buy e il prezzo obiettivo a 14 euro da 12 euro per considerare il potenziale recupero negli Stati Uniti. In luce anche Telecom I. (+1,21% a 0,667 euro) con l’attesa che aumenta per il Cda sullo scorporo della rete previsto per giovedi’. Sul resto del listino si segnala Rcs che e’ sospesa dagli scambi con un rialzo teorico dell’11,8% movimentata dalla notizia che la societa’ ha chiesto uno sconto sul costo delle tre linee del rifinanziamento del debito collegato all’aumento di capitale. Scambia sopra la parita’ pure Safilo G. (+1,15%) che ha siglato con Essilor un accordo di licenza decennale per il design, la produzione e la distribuzione mondiale da parte di Essilor di lenti oftalmiche polarizzate a marchio Polaroid, disponibili per qualsiasi tipo di montatura. Sotto i riflettori Risanamento che e’ sospesa con un rialzo teorico del 10,05% che continua a beneficiare del fatto che il Tribunale di Milano abbia notificato alla controllata Milano Santa Giulia Spa il decreto di dissequestro delle aree denominate “Sky” e “Nh Hotel”.