Editoria

21 maggio 2013 | 10:26

SALONE LIBRO: FERRERO, LA PIU’ BELLA EDIZIONE DI SEMPRE

‘A DECRETARE IL SUCCESSO E’ STATO SOPRATUTTO IL PUBBLICO’

(ANSA) – TORINO, 20 MAG – “Forse è stato il più bel Salone fino ad oggi, nonostante le risorse ridotte ed il momento di crisi”. Così Ernesto Ferrero, direttore del Salone internazionale del Libro, alla chiusura della rassegna. “Tutti – ha sottolineato – editori, amministratori, sponsor e pure le centinaia di volontari, hanno puntato sulla sua riuscita. E la sfida è stata vinta, cercheremo di superarci nel 2014 ma … non sarà  facile”. Per Ferrero a decretare il successo “é stato in primo luogo questo fantastico pubblico, così interessato alla cultura e di conseguenza al bene comune”. Il presidente della Fondazione per il Libro, Rolando Picchioni e lo stesso Ferrero hanno rimarcato come sia stato un Salone per tutti, per acquirenti compulsivi di libri come per chi in libreria non ci va mai, ma di grande qualità  e serietà , per un pubblico affamato di cultura e in continuo aumento. Il sindaco di Torino Piero Fassino ha sottolineato come il Salone, “così pieno di giovani preparati, in barba alle immagini stereotipate che si danno di loro”, non sia un fatto episodico “in una città  che ha fatto della cultura la sua cifra identitaria, nonché un’occasione economicà . E a questo proposito l’assessore regionale alla Cultura Michele Coppola, a cui si deve la definizione di “Salone pop e inclusivo”, ha fatto notare come nelle sue indagini, Unioncamere abbia parlato di un impatto complessivo economico del Salone sul territorio di 52 milioni di euro, 400 posti di lavoro, 14 milioni di euro di spesa in libri, 4 milioni in pernottamenti e 5,5 in ristorazione. (ANSA).