Comunicazione, Editoria, New media

23 maggio 2013 | 8:59

Internet/ Con web e social media milanesi stanno più in famiglia

Dopo lavoro, informazione è attività  prevalente
Milano, 22 mag. (TMNews) – Milanesi sempre più attenti a famiglia e amici, almeno a distanza grazie al web e ai social media utilizzata da sei milanesi su dieci per risparmiare tempo. Il tempo “liberato” grazie alle innovazioni è dedicato prima di tutto a familiari e amici (27%, sia risparmiando tempo di lavoro che per essere sempre in contatto anche a distanza) e poi al lavoro (23%, magari per rispondere anche quando si è fuori ufficio). Emerge da un sondaggio realizzato dalla Camera di commercio di Milano.
Se dormire e mangiare sono tempi poco comprimibili, con 7 e 1 ore al giorno, il resto della giornata i milanesi la stanno riorganizzando, a vantaggio delle nuove tecnologie, del computer e di internet. Così, dopo il lavoro (4 ore), l’attività  prevalente è ormai dedicata all’informazione (3 ore), che insieme al tempo sul computer (2 ore) batte i rapporti con gli amici (1 ora). A sport e cultura (tra teatro, cinema, musei) si dedica circa mezz’ora al giorno, alla lettura un’ora e mezza. La tv resiste al primo posto per nove milanesi su dieci, che sia vista in tv o sul pc, per circa 3 ore di visione media. Le notizie arrivano poi per internet per il 57%, 2,30 ore al giorno per vedere le novità . Poi i quotidiani letti dal 52% per 40 minuti al giorno. La radio è scelta dal 44%, come il telefonino, ma per più tempo (2,30 ore e un’ora). Il 15% segue i periodici e quasi uno su dieci usa iPad (o tablet), quest’ultimo per 1,30 ore al giorno.
tv, radio, internet, iPad (o tablet): fruizione intensa, circa due ore. Impegnano i milanesi che li seguono per circa due ore al giorno, tre per la tv: chi li utilizza lo fa in modo intenso, tempo doppio o triplo rispetto a quello dedicato agli amici, un’ora. “Social” media: il 40% passa circa mezz’ora al giorno su Facebook. Un milanese su cinque dedica mezz’ora al giorno agli amici sui social, uno su dieci due ore. Il 91% va su Facebook, il 5% circa su Twitter. Sono quasi 7mila le imprese tra editoria, telecomunicazioni, comparto radio – televisivo attive in Lombardia, prima regione in Italia con un quinto delle imprese di settore. Il comparto è stabile a livello nazionale nell’ultimo anno. Prima in Italia, Roma con quasi 6mila imprese, seconda Milano con oltre 4mila, terza Napoli con circa 1.700.