Editoria

23 maggio 2013 | 13:53

EDITORIA: A BAGNAIA NIENTE POLITICI,MA DIRETTORI NYT E WSJ

NUOVA FORMULA PER ‘CRESCERE TRA LE RIGHE’ CON 250 STUDENTI

(ANSA) – ROMA, 23 MAG – Non ci saranno politici all’ottava edizione della due giorni di ‘Crescere tra le righe’, in programma domani e dopodomani a Borgo la Bagnaia (Siena). L’obiettivo, come spiegato dal presidente dell’Osservatorio Permanente Giovani-Editori, Andrea Ceccherini, è rimanere concentrati sui temi dell’editoria, evitando di finire fagocitati dell’attualità  della politica. Così, a farla da padrone, saranno giornalisti, editori ed esponenti del mondo della finanza. Saranno per la prima volta insieme ad uno stesso convegno il direttore del Wall Street Journal Gerard Baker e quello del New York Times Jill Abramson. “Spero che da due leader internazionali di questo calibro – ha spiegato Ceccherini, annunciando nei giorni scorsi la loro presenza – possano ispirare gli editori italiani a ritrovare la rotta perduta. Oggi c’é più bisogno che mai di infondere fiducia e coraggio ad un mondo dell’editoria che deve rimboccarsi le maniche più che piangersi addosso”. I lavori della due giorni, a cui parteciperanno oltre 250 ragazzi di ‘Il quotidiano in classe’, saranno condotti dalla coppia formata da Maria Concetta Mattei, volto noto del TG2, e Beppe Severgnini, una delle firme di punta del Corriere della Sera. Niente tavole rotonde, ma faccia a faccia e ‘uno contro tutti’ per consentire il confronto fra gli ospiti e i ragazzi; 30 minuti di tempo per tutti gli ospiti, e 90 secondi per lanciare un messaggio chiaro. Oltre a Baker e Abramson, tanti altri ospiti internazionali: l’editore tedesco di Axel Springer che stampa, tra gli altri la Bild e Die Welt, Mathias Doepfner e il giornalista e Premio Pulitzer, Peter Kann, per anni Presidente e Amministratore delegato della Dow Jones. Tra gli ospiti dell’editoria italiana: il presidente della Stampa e della Fiat John Elkann, il neo presidente de Il Sole 24 Ore Benito Benedini, l’amministratore delegato di Rcs MediaGroup Pietro Scott Jovane, e direttori di quotidiani come quello del Corriere della Sera Ferruccio de Bortoli, de La Stampa Mario Calabresi, de Il Sole 24 Ore Roberto Napoletano e di Quotidiano Nazionale Giovanni Morandi. Presenti anche personalità  della società  civile: dal presidente di Intesa San Paolo Giovanni Bazoli all’Ambasciatore Americano in Italia David Thorne, dal Presidente dell’Acri Giuseppe Guzzetti al Presidente della Fondazione Corriere della Sera Piergaetano Marchetti, sino al Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura Cardinal Gianfranco Ravasi. Tra i banchieri, Enrico Cucchiani, consigliere delegato di Intesa San Paolo, Federico Ghizzoni, amministratore delegato di Unicredit, Alessandro Profumo, presidente di Banca Monte dei Paschi di Siena. E il leader di Confindustria Giorgio Squinzi. A Bagnaia sarà  inoltre presentata una ricerca che metterà  a confronto la fruizione del quotidiano cartaceo con la versione per tablet, condotta da Gfk Eurisko su un campione di duemila studenti di otto città .(ANSA).