Cristina Lucchini, da direttore di ‘Amica’ a direttore di ‘Glamour’

A strapparla alla direzione di Amica, dove si era insediata il 7 giugno 2011, era stata la proposta di dirigere Gq, il maschile della Condé Nast, per dare il cambio a Gabriele Romagnoli desideroso di lasciare la poltrona così da dedicarsi nuovamente in toto alla scrittura. Un richiamo del cuore, visto che alla Condé Nast Lucchini ha lavorato per 24 anni, al quale lo scorso marzo non aveva saputo dire di no. Nel frattempo l’amministratore delegato Giampaolo Grandi ha un po’ rimescolato le carte e le direzioni, e Lucchini si è ritrovata a dirigere Glamour. Lei un po’ ci scherza, “Su Gq ho un sacco di idee…”, ma è comunque contenta: “Questo è il mio mondo, tornare a casa mi ha dato una grande carica. E sono grata per l’esperienza di Amica, è stata molto formativa e progettare un giornale da zero è una delle cose più eccitanti che possano capitare nel nostro mestiere”.

L’articolo integrale è sul mensile ‘Prima Comunicazione’ n. 439 – Maggio 2013

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il dl dignità diventa legge. Via libera dal Senato con 155 sì

Bonisoli: Cinecittà e Rai collaborino di più. Calo di spettatori nelle sale? Serve soluzione italiana

Cda Rai, Rousseau sceglie Coletti e Cellini come candidati M5S – CHI SONO