Comunicazione, TLC

24 maggio 2013 | 9:13

Telecom I.: verso spin-off rete, contraria Telefonica

ROMA (MF-DJ)–Dalla riunione del Cda di Telecom Italia di ieri e’ emerso un orientamento favorevole allo scorporo della rete d’accesso, che avra’ un impatto neutro sull’indebitamento e sulla tenuta del goodwill. E’ quanto scrive Il Sole 24 Ore aggiungendo che nel prossimo Cda del 30 maggio e’ atteso il via libera alla societarizzazione con il probabile voto contrario di Telefonica. L’orientamento emerso ieri dal board sarebbe quello di dare il via libera al progetto di societarizzazione per poterlo sottoporre al l’Agcom, col caveat che in ogni caso, se l’esito non fosse quello sperato, si potra’ sempre fare marcia indietro. “Un grande cammino inizia sempre con un piccolo passo”, ha commentato con i consiglieri il presidente esecutivo Franco Bernabe’, citando Mao. Si vedra’: da qui alla meta ci vorra’ comunque almeno un altro anno e mezzo. L’effetto dell’operazione dovra’ essere poi vagliato dall’Autorita’ delle Tlc che promuovera’ una consultazione pubblica. La valutazione dell’asset da conferire, appunto la rete d’accesso, potra’ essere stabilita alla fine del processo, anche perche’ il suo valore dipende dalla regolamentazione e dalla remunerazione tariffaria che sara’ accordata. L’indicazione di massima e’ comunque per un range di 13-16 miliardi. In parallelo si porteranno avanti le trattative con Cdp la quale, se entrasse nel capitale della newco – se e quando sara’ costituita – apporterebbe anche Metroweb, la rete in fibra ottica milanese. Le condizioni sono pero’ ancora tutte da discutere. Positivo il giudizio dei piccoli azionisti-dipendenti dell’Asati, che tuttavia sollecitano anche un aumento di capitale in Telecom riservato alla Cdp, a supporto di “una delle ultime grandi aziende strategiche italiane”.