New media, TLC

24 maggio 2013 | 12:02

INTERNET: DIRITTO AUTORE; PARISI, NO TASSA TELECOMUNICAZIONI

(ANSA) – ROMA, 24 MAG – “Dobbiamo fare del web un mercato sicuro dove le transazioni siano legali e dove qualunque titolare di diritti sia valorizzato”. A dirlo è il presidente di Confindustria Digitale, Stefano Parisi, oggi a margine del workshop ‘Il diritto d’autore online’, organizzato dall’Agcom a Montecitorio. “Certo, servono strumenti di enforcement per contrastare qualsiasi fenomeno di pirateria – spiega Parisi – le aziende dell’industria tecnologica sono disposte a collaborare, ma devono essere protette da questo punto di vista e non possiamo essere noi i poliziotti della rete. Al contrario – prosegue il presidente – abbiamo bisogno di un imput chiaro e preciso da parte dell’Autorità . Dobbiamo tagliare qualsiasi ragionamento che vada nella direzione di mettere delle tasse sulle telecomunicazioni. C’é già  un’imposta sulla memoria degli apparecchi digitali, ma questo è un tema ormai superato perché oggi è attraverso lo streaming che passa tutto il grosso del consumo. La proposta francese di una tassa sulle telecomunicazioni per pagare la cultura – ribadisce Parisi – è un approccio che vuole lasciare nei fatti le cose come stanno e dall’altro lato strizza un occhio alle attività  illegali sulla rete. Dobbiamo seguire la ‘strada dei soldi’ e fare in modo che la gente paghi per i contenuti”. Scendendo nei particolari, “quello che manca – analizza Parisi – è una chiara decisione sul cinema dove il problema è la finestra di tempo tra l’uscita in sala e l’home video, quando ancora il contenuto non è su nessuna piattaforma digitale ed è lì che la pirateria impazza. La strada ce la insegna la musica, con l’offerta economica, vantaggiosa e a basso costo con l’uscita in contemporanea dei brani in negozio e sull’online”.(ANSA).